Morbo di Crohn

La Malattia di Crohn o comunemente conosciuta come Morbo di Crohn è un'infiammazione cronica dell'intestino che colpisce il tratto gastrointestinale, soprattutto il colon e l'ultima parte dell'intestino tenue, chiamato Ileo. Questo disturbo provoca delle ulcere che se non vengono curate, possono portare a stenosi, restringimenti intestinali o a fistole. Non è una malattia genetica e tantomeno ereditaria, le cui cause però sono ancora sconosciute. Sembra però che questa infiammazione sia dovuta ad una combinazione di fattori quali quelli ambientali, fumo, predisposizione genetica e alterazioni della flora batterica intestinale. La malattia di Crohn ha modi diversi di manifestarsi in base delle localizzazioni intestinali.

La maggior parte delle volte si presenta attraverso:

  • diarrea cronica associata a crampi addominali
  • perdite di sangue misto nelle feci
  • dolori articolari
  • febbricola
  • calo del peso

 

Descrizione Generale della Patologia

La malattia (o morbo) di Crohn colpisce 3 persone ogni 100mila.
È una patologia autoimmune a causa della quale il sistema immunitario aggredisce uno o più distretti del il tratto gastrointestinale provocando un’infiammazione cronica.

La predisposizione è genetica e le prime manifestazioni si possono avere sia in età adolescenziale che in età adulta avanzata.
La classificazione si basa sulla circoscrizione dell’infiammazione:

  • malattia ileocolica di Crohn (riguarda ileo e colon e rappresenta il 50% dei casi),
  • ileite di Crohn (riguarda solo l’ileo),
  • colite di Crohn (riguarda il crasso con sintomi simili alla colite ulcerosa),
  • malattia di Crohn gastroduodenale (riguarda stomaco e duodeno).

 

Una ulteriore classificazione è basata sul comportamento in fase di progressione:

  • stenosante (provoca un restringimento dei visceri),
  • penetrante (crea dei passaggi anomali o fistole con altre strutture, come la pelle),
  • infiammatoria (solo infiammazione senza stenosi o fistole).

 

Cause e Fattori di Rischio

L'eziologia esatta è ancora dibattuta ma pare si tratti di una combinazione di fattori ambientali e predisposizione genetica.Chi ha parenti con questa malattia ha 30 volte più probabilità di svilupparla rispetto al resto della popolazione: si stima che, il rischio, quando si ha la mutazione, sia uno su 200.
Essendo l’incidenza maggiore nei Paesi ad alta industrializzazione, si considera che la dieta possa essere una delle concause della malattia con responsabilità a carico degli elementi proteici (pesce escluso), dei latticini in genere e degli alimenti ricchi di omega-6 ed omega-3.
Altra correlazione negativa è con:

  • il fumo,
  • la contraccezione ormonale,
  • alcuni farmaci,
  • alcuni microrganismi parassiti (tra i quali anche alcuni parassiti intestinali) che sfruttano la debolezza delle mucose.

 

Secondo alcuni ricercatori, la malattia di Crohn è, in realtà, il “mischiarsi” di una serie di patologie concomitanti da attribuirsi a differenti agenti patogeni (micobatteri, Escherichia, Yersinia, Listeria, ecc…). In base a questa teoria, una terapia antibiotica dovrebbe essere d’aiuto nel contrastare in ritorno della forma acuta ma la teoria è ancora discussa.

 

Sintomi e Complicanze

Potendo, questa infezione cronica, colpire dalla bocca all’ano, la gamma di sintomi sarà vastissima a seconda degli organi che andrà a danneggiare:

  • grandi volumi di feci acquose (nel caso di ileiti);
  • un minor volume di feci ma finanche a 20 scariche intestinali al giorno, a volte anche con sanguinamento abbondante (nel caso di coliti);
  • flatulenza, gonfiore o ostruzione intestinale nel caso di stenosi;
  • prurito o dolore intorno all'ano, fistole ed incontinenza fecale (se colpisce la zona perianale);
  • piaghe degeneranti in ulcere aftose (se colpisce la bocca, ma è piuttosto raro);
  • difficoltà a deglutire, dolore addominale superiore e vomito (se colpisce l'esofago e lo stomaco).

 

Questi sintomi possono essere permanenti o alternarsi tra periodi cronici ricorrenti di acutizzazione e periodi di remissione.
A causa della natura "irregolare" della malattia, molte persone presentano i sintomi per anni prima che venga formulata una diagnosi.

La colonscopia è efficace nel diagnosticare la malattia qualora questa dovesse colpire la porzione inferiore del tenue mentre la gastroscopia consente la visualizzazione diretta dell’inizio del duodeno. Durante queste procedure è possibile eseguire una eventuale biopsia.
Tecniche che consentono, invece, la visualizzazione di tutto il tratto gastrointestinale sono:  

  • il clisma opaco,
  • la tomografia computerizzata,
  • la risonanza magnetica e             
  • la medicina nucleare (dei globuli bianchi del paziente vengono contrassegnati con un radioisotopo ed osservati).

 





Second Opinion - Secondo Parere Medico

Come funziona

La Second Opinion è un servizio dedicato ai pazienti che richiedono un approfondimento o un'opinione medica aggiuntiva su una diagnosi ricevuta o un trattamento prescritto. Valutare l'opinione di un secondo specialista permette di assicurarsi che nessun dettaglio importante sia accidentalmente trascurato.
La Second Opinion rappresenta un passo fondamentale nel processo di cura del paziente, che fa risparmiare tempo e risorse economiche che diversamente sarebbero necessarie per raggiungere diverse strutture sanitarie.

  • Consulto in 7 giorni
  • Ritiro documentazione medica a casa tua
  • Ricevi il referto online

Morbo di Crohn specialisti

  • Esperto in Malattie Rare

    Prof. Gaetano Sabetta
    250,00 €
Mostrando 1 - 1 di 1 articolo

Second Opinion

Domande Frequenti

La Second Opinion è un servizio dedicato ai pazienti che richiedono un approfondimento o un’opinione aggiuntiva su una diagnosi ricevuta o un trattamento prescritto. La Second Opinion rappresenta un passo fondamentale nel processo di cura del paziente, che fa risparmiare tempo e risorse economiche che diversamente sarebbero utilizzate necessarie per raggiungere diverse strutture sanitarie.
I tempi medi per il servizio sono di 7 giorni. Questi comprendono il trasporto della documentazione clinica e la refertazione medica. Le tempistiche potrebbero variare in base alla disponibilità dello specialista scelto.
Il giorno in cui arriverà il corriere dovrai introdurre nella busta che ti verrà consegnata: -     esami diagnostici riguardanti il tuo caso clinico -     referti e documenti precedenti -     questionario clinico (se non compilato on-line) -     copia fronte-retro di un tuo documento d’identità e codice fiscale
Leggi tutte
Caricamento